OZONIZZAZIONE: NUOVA SOLUZIONE DELL’AZIENDA CESENATE “WATER TEAM” PER SANIFICARE L’ACQUA

2019-06-17T16:36:51+00:0017 Giugno 2019|Sicurezza Alimentare|

Ancora oggi l’Emilia Romagna si conferma nuovamente una tra le regioni più produttive dal punto di vista della sostenibilità, soprattutto nel campo dell’industria alimentare con benefici sia per la tutela del consumatore finale che per la tutela dell’ambiente.

È il turno di un importante e storica azienda del territorio cesenate, “Water Team”, che opera da 40 anni nel campo della gestione dell’acqua e relative problematiche, riconosciuta azienda leader nel trattamento e sanificazione dell’acqua, che ha realizzato il primo impianto in regione per la sanificazione dell’acqua senza l’utilizzo dei prodotti derivati dal cloro, ma con l’utilizzo della nuova formula dell’ozonizzazione dell’acqua, una vera rivoluzione nel settore.

L’impianto, altamente tecnologico e collaudato, è stato realizzato per conto della società italiana leader nella surgelazione dei prodotti alimentari, OROGEL Soc. Coop. di Cesena, per cercare di soddisfare le loro esigenze di mercato e per rendere potabile l’acqua dei loro impianti, con lo scopo di aumentare il benessere delle persone attraverso il consumo dell’alimento e non inquinare l’ambiente per avere un impatto più positivo.

La Mission dell’azienda è mettere sempre la qualità e la salute come obiettivi primari.

Il processo innovativo della potabilizzazione dell’acqua tramite l’ozonizzazione è in conformità al decreto delle acque potabili D.L 31/2001 e sostituisce l’utilizzo del cloro e dei suoi derivati, eliminando ferro, manganese e senza creare i sottoprodotti del cloro (ad esempio Clorati e Cloriti), con l’ozono, ossidante energetico, che viene definito “spazzino dell’atmosfera”, il quale rimuove le sostanze contaminanti e rende l’acqua più idonea al processo alimentare, al consumo domestico, all’irrigazione agricola e agli usi industriali.

Di seguito, i vantaggi dell’utilizzo dell’ozono rispetto al cloro, ottenendo un miglioramento della qualità del prodotto finale:

  • è capace di inattivare e distruggere microrganismi dannosi al corpo umano;
  • è capace di distruggere gli inquinanti (ad esempio pesticidi e altri similari);
  • è efficace nella ossidazione di tutti i metalli;
  • ha una velocità di reazione più elevata, dunque presenta minori dosaggi e tempi di contatto più brevi rispetto ai tradizionali ossidanti;
  • è un prodotto sicuro dal punto di vista sanitario e ambientale;
  • si decompone in ossigeno, senza lasciare alcun tipo di sottoprodotto sugli alimenti e nell’acqua, dimostrandosi una tecnologia ecologica;
  • garantisce un abbattimento della carica batterica più efficace grazie al suo potere disinfettante superiore;
  • ha un minor costo di gestione rispetto ai tradizionali in uso.

Oggi, norme Nazionali ed Europee, permettono il lavaggio dei vegetali con acqua disinfettata con cloro entro i limiti 0,01 mg/kg e relativo confezionamento di prodotto pronto all’uso, ma dai dati Efsa risulta che questi parametri non vengono rispettati per la frutta e la verdura, dunque si prospetta in futuro che venga fissato l’obbligo di commercializzare prodotti alimentari senza dei derivati del cloro (compresi i clorati che ad oggi non sono normati). Per tale motivo, “Water Team” propone la soluzione dell’ozonizzazione controllata, che consiste nella realizzazione di una linea pre-trattamento per la produzione dell’acqua potabile con i requisiti richiesti dai mercati.

Ancora oggi l’Emilia Romagna si conferma nuovamente una tra le regioni più produttive dal punto di vista della sostenibilità, soprattutto nel campo dell’industria alimentare con benefici sia per la tutela del consumatore finale che per la tutela dell’ambiente.

È il turno di un importante e storica azienda del territorio cesenate, “Water Team”, che opera da 40 anni nel campo della gestione dell’acqua e relative problematiche, riconosciuta azienda leader nel trattamento e sanificazione dell’acqua, che ha realizzato il primo impianto in regione per la sanificazione dell’acqua senza l’utilizzo dei prodotti derivati dal cloro, ma con l’utilizzo della nuova formula dell’ozonizzazione dell’acqua, una vera rivoluzione nel settore.

L’impianto, altamente tecnologico e collaudato, è stato realizzato per conto della società italiana leader nella surgelazione dei prodotti alimentari, OROGEL Soc. Coop. di Cesena, per cercare di soddisfare le loro esigenze di mercato e per rendere potabile l’acqua dei loro impianti, con lo scopo di aumentare il benessere delle persone attraverso il consumo dell’alimento e non inquinare l’ambiente per avere un impatto più positivo.

La Mission dell’azienda è mettere sempre la qualità e la salute come obiettivi primari.

Il processo innovativo della potabilizzazione dell’acqua tramite l’ozonizzazione è in conformità al decreto delle acque potabili D.L 31/2001 e sostituisce l’utilizzo del cloro e dei suoi derivati, eliminando ferro, manganese e senza creare i sottoprodotti del cloro (ad esempio Clorati e Cloriti), con l’ozono, ossidante energetico, che viene definito “spazzino dell’atmosfera”, il quale rimuove le sostanze contaminanti e rende l’acqua più idonea al processo alimentare, al consumo domestico, all’irrigazione agricola e agli usi industriali.

Di seguito, i vantaggi dell’utilizzo dell’ozono rispetto al cloro, ottenendo un miglioramento della qualità del prodotto finale:

  • è capace di inattivare e distruggere microrganismi dannosi al corpo umano;
  • è capace di distruggere gli inquinanti (ad esempio pesticidi e altri similari);
  • è efficace nella ossidazione di tutti i metalli;
  • ha una velocità di reazione più elevata, dunque presenta minori dosaggi e tempi di contatto più brevi rispetto ai tradizionali ossidanti;
  • è un prodotto sicuro dal punto di vista sanitario e ambientale;
  • si decompone in ossigeno, senza lasciare alcun tipo di sottoprodotto sugli alimenti e nell’acqua, dimostrandosi una tecnologia ecologica;
  • garantisce un abbattimento della carica batterica più efficace grazie al suo potere disinfettante superiore;
  • ha un minor costo di gestione rispetto ai tradizionali in uso.

Oggi, norme Nazionali ed Europee, permettono il lavaggio dei vegetali con acqua disinfettata con cloro entro i limiti 0,01 mg/kg e relativo confezionamento di prodotto pronto all’uso, ma dai dati Efsa risulta che questi parametri non vengono rispettati per la frutta e la verdura, dunque si prospetta in futuro che venga fissato l’obbligo di commercializzare prodotti alimentari senza dei derivati del cloro (compresi i clorati che ad oggi non sono normati). Per tale motivo, “Water Team” propone la soluzione dell’ozonizzazione controllata, che consiste nella realizzazione di una linea pre-trattamento per la produzione dell’acqua potabile con i requisiti richiesti dai mercati.

 

BIBLIOGRAFIA
SITI
http://www.cesenatoday.it/economia/sanificazione-dell-acqua-addio-cloro-nell-industria-alimentare-rivoluzione-di-un-azienda-cesenate.htmRedazione CESENATODAY, Articolo“Sanificazione dell’acqua, addio cloro nell’industria alimentare: ‘rivoluzione’ di un’azienda cesenate”, pubblicato il 5 Giugno 2019.
http://www.romagnanotizie.net/articoli/romagna/2019/06/05/industria-alimentare-e-potabilizzazione.-la-cesenate-water-team-dice-addio-al-cloro.htmlRedazione ROMAGNANOTIZIE, Articolo Industria alimentare e potabilizzazione. La cesenate Water Team dice addio al cloro”, pubblicato il 5 Giugno 2019.
http://www.ecoitaliano.com.ar/?p=6596Redazione ECO ITALIANO, ArticoloCS_Da Cesena «la rivoluzione» della potabilizzazione dell’acqua: addio cloro nell’industria alimentare”,pubblicato il 5 Giugno 2019.
http://www.waterteam.it/water-team-ozonizzazione-per-la-potabilizzazione-dellacqua/News sito WATER TEAM, ArticoloWater Team, l’azienda di Cesena anticipa i tempi per la sanificazione e potabilizzazione dell’acqua proponendo la soluzione dell’ozonizzazione.”, pubblicato l’8 Maggio 2019.
IMMAGINI
Impianto Potabilizzazione e Ozonizzazione dell’acqua, dimensioni immagine 6200 × 4133, da “Water Team sceglie l’ozonizzazione per la potabilizzazione dell’acqua” (http://www.waterteam.it/water-team-ozonizzazione-per-la-potabilizzazione-dellacqua/)dell’8 Maggio 2019.