Nuove regole per la sicurezza antincendio: il DM 10/03/98 sta per andare in pensione.

2020-07-20T11:11:06+00:0020 Luglio 2020|Sicurezza sul Lavoro|

E’ stata approvata dal l Comitato centrale tecnico scientifico per la prevenzione incendi (Ccts) del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, nella seduta del 28 novembre 2018, la bozza del nuovo decreto antincendio nei luoghi di lavoro.

Tale decreto segna un passaggio storico in quanto andrà a sostituire il DM 10/03/98 dopo circa vent’anni di servizio dalla sua applicazione. Saranno aggiornati quindi i criteri per la valutazione del rischio antincendio nonché la gestione delle emergenze nei luoghi di lavoro e le misure da adottare per ridurre i rischi e contenere le conseguenze in caso di incendio.

Anche se l’impianto del decreto è sostanzialmente lo stesso di quello del 1998, introduce negli aspetti generali delle novità inerenti:

  • luoghi di lavoro tra i quali rientrano quelli destinati alle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi
  • specifiche disposizioni per i diversi luoghi di lavoro classificati in quattro gruppi(P1, P2, P3 e P4)
  • la periodicità quinquennale dell’aggiornamento per quanto attiene la formazione
  • requisiti dei soggetti formatori, prevedendo specifici requisiti culturali e formativi

Una grande attesa, tra i vari punti trattati dal decreto, è proprio relativa alla formazione degli addetti antincendio, ai sensi dell’art.46, comma 3, del Dlg.81/2008.

Nella bozza resta confermato l’attuale sistema di formazione degli addetti alla lotta antincendio e alla gestione dell’emergenza, mentre viene introdotta la periodicità dell’aggiornamento (quinquennale) e sono stabiliti i programmi per l’aggiornamento.

Sono inoltre inserite precise indicazioni inerenti il programma dei corsi di aggiornamento per addetti antincendio, ossia:

  • aggiornamento per addetti in attività di livello 1: solo esercitazioni pratiche, durata complessiva 2 ore
  • aggiornamento per addetti in attività di livello 2: parte teorica (2 ore) + esercitazioni pratiche (3 ore), con verifica di apprendimento finale
  • aggiornamento per addetti in attività di livello 3: parte teorica (5 ore) + esercitazioni pratiche (3 ore), con verifica di apprendimento finale

Nel frattempo rimaniamo in attesa che il testo definitivo del decreto interministeriale ottenga l’approvazione da parte del Ministero del Lavoro e venga pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Reintegra srl organizza già corsi con questa nuova modalità. Nel caso foste interessati a maggiori informazioni potete contattare i seguenti recapiti: formazione@reintegra.it – 351.8904851.

RICHIEDI GRATUITAMENTE IL NOSTRO CATALOGO CORSI E LE DATE DEI PROSSIMI CORSI IN PARTENZA DOPO L’ESTATE. SAREMMO FELICI DI POTERTI AIUTARE.