Browsing articles tagged with "Forlì Archives - Page 6 of 12 - Reintegra srl - Soluzioni integrate per la Qualità e la Sicurezza delle Produzioni"

Smaltimento olio esausto

Sep 11, 2013   //   by redattore   //   Notizie  //  No Comments

Smaltimento olio esausto - Frequentemente le attività che effettuano frittura hanno dei dubbi sullo smaltimento dell’olio esausto, in particolare sulla necessità o meno di appoggiarsi ad una ditta esterna che effettua il ritiro dell’olio quando si avrebbe la possibilità di portarlo all’isola ecologia situata nelle vicinanze.

L’art. 233 del D. Lgs. 152/06 cita al comma 1 la costituzione del Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti (CONOE) che opera su tutto il territorio Italiano ed ha lo scopo di organizzare il sistema di raccolta e smaltimento degli oli esausti alimentari.

In particolare:

“[…] 5. Partecipano ai consorzi:

a) le imprese che producono, importano o detengono oli e grassi vegetali ed animali esausti;

b) le imprese che riciclano e recuperano oli e grassi vegetali e animali esausti;

c) le imprese che effettuano la raccolta, il trasporto e lo stoccaggio di oli e grassi vegetali e animali esausti;

d) eventualmente, le imprese che abbiano versato contributi di riciclaggio ai sensi del comma 10, lettera d).

6. Le quote di partecipazione ai consorzi sono determinate in base al rapporto tra la capacita´ produttiva di ciascun consorziato e la capacita´ produttiva complessivamente sviluppata da tutti i consorziati appartenenti alla medesima categoria.

12. Decorsi novanta giorni dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto di approvazione dello Statuto di cui al comma 2, chiunque, in ragione della propria attività professionale, detiene oli e grassi vegetali e animali esausti e’ obbligato a conferirli ai consorzi direttamente o mediante consegna a soggetti incaricati dai consorzi, fermo restando quanto previsto al comma 9. L’obbligo di conferimento non esclude la facoltà per il detentore di cedere oli e grassi vegetali e animali esausti ad imprese di altro Stato membro della Comunità europea.

13. Chiunque, in ragione della propria attività professionale ed in attesa del conferimento ai consorzi, detenga oli e grassi animali e vegetali esausti e’ obbligato a stoccare gli stessi in apposito contenitore conforme alle disposizioni vigenti in materia di smaltimento. […]” 

Presso le Stazioni Ecologiche Attrezzate possono conferire solamente i privati cittadini muniti della bolletta del Gestore Pubblico di Raccolta o suo incaricato. (per Emilia Romagna: Hera S.p.A.)

Per maggiori informazioni in merito allo smaltimento olio esausto e per avere il recapito delle ditte autorizzate alla raccolta degli oli nella vostra zona contattare Reintegra S.r.l. all’indirizzo di posta elettronica info@reintegra.it o al numero di Tel. 0543 782957

smaltimento olio esausto

Gelati preconfezionati, no alla vendita delle monoporzioni

Aug 26, 2013   //   by redattore   //   Notizie  //  No Comments

Una mensa self-service può esporre gelati in monoporzione la cui confezione risulti anonima, in quanto l’etichettatura completa è riportata sull’imballaggio principale? Si precisa che il consumatore finale può prelevare il singolo gelato e non la confezione da 6; tuttavia, le registrazioni interne della mensa consentono di mantenere traccia delle informazioni relative a fornitore e lotto.

Ritenendo che il quesito si riferisca all’eventualità di esporre per la vendita al consumatore finale singoli prodotti originariamente preconfezionati in unità di vendita da più monoporzioni, le quali non sono vendibili singolarmente (come dovrebbe recitare l’etichetta), la risposta è negativa: i prodotti in questione evidentemente non costituiscono “unità di vendita” di cui al D.lgs. 109/1992 e, al di là del riferimento al lotto (da cui tutti i gelati monoporzione sono esenti, ex art. 13, comma 6), mancherebbero comunque le altre indicazioni di cui all’art. 3 del d.lgs. citato.

Per consulenze specialistiche relative all’etichettatura contattare Reintegra S.r.l. al numero 0543 782957 o inviando una mail all’indirizzo info@reintegra.it

gelati

Fonte: Alimenti & Bevande

End of Waste – Rottami di RAME – Reg UE 715/2013

Aug 26, 2013   //   by redattore   //   Notizie  //  No Comments

End of Waste – Lo scorso 25 luglio è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale l’atteso Regolamento 715/2013/UE sulle End Of Waste di rame, che specifica i criteri che determinano quando i rifiuti di rame cessano di essere considerati tali. Tale regolamento sarà applicato a partire dal prossimo 1° Gennaio 2014, e segue altri due regolamenti: End Of Waste di vetro (Regolamento 1179/2012/UE) e dei rottami metallici (Regolamento 333/2011/UE).

Come per i precedenti casi per non essere più considerati rifiuti anche i rottami di rame devono sottostare a una serie di requisiti, tra cui: quantitativo di materiali estranei inferiore al 2% in peso, assenza di ossido di metallo in eccesso, assenza di caratteristiche di pericolo e di PVC. Inoltre, tali rottami devono essere stati sottoposti a cernita alla fonte durante la raccolta o appositamente trattati per separare eventuali componenti estranei.

Chi intenderà produrre End of Waste di rame, come già per i regolamenti precedenti, è tenuto ad implementare un sistema di gestione che preveda, tra gli altri requisiti, il monitoraggio della Qualità.

end of waste

Cook and chill

Aug 2, 2013   //   by redattore   //   Notizie  //  No Comments

COOK AND CHILL – Il metodo “ cook and chill ” è una tipologia di lavorazione che sta prendendo sempre più piede nella media e piccola industria alimentare. Ultimamente se ne fa un gran parlare come di un metodo innovativo che consente grandi risparmi ai suoi utilizzatori. Tuttavia, l’innovazione è solo apparente: si tratta, infatti, di un metodo di abbattimento rapido, successivo alla cottura, per consentire una migliore conservazione delle pietanze e per diminuire gli sprechi.

Dal punto di vista normativo, non vi sono riferimenti specifici, se non le Gmp (Good Manifacturing Practices) contenute all’interno del Codex Alimentarius, utilizzate per redigere, tra gli altri, il Reg. CE 852/2004. Proprio tale regolamento, nell’allegato II, capitolo IX, comma 6, recita: “Se i prodotti alimentari devono essere conservati o serviti a bassa temperatura, è necessario raffreddarli il più rapidamente possibile al termine del trattamento termico o dell’ultima fase di preparazione se non è applicato un trattamento termico, ad una temperatura che non provochi rischi per la salute”.

Il problema in questo caso può presentarsi qualora si utilizzino sistemi di raffreddamento poco ortodossi. Dato che il metodo “ cook and chill ” si basa, invece, sull’utilizzo di abbattitori di temperatura, che garantiscono un raffreddamento in tempi molto veloci, l’unico accorgimento consiste nel controllarne il corretto funzionamento e nel sottoporli a una manutenzione periodica, come indicato nel programma manutenzioni del Manuale dell’Autocontrollo.

cook and chill

Fonte: Alimenti & Bevande

Zanzara tigre – Ordinanza del comune di Forlì

Jul 5, 2013   //   by redattore   //   Notizie  //  No Comments

Zanzara tigre – E’ stata pubblicata, sul sito del comune di Forlì, l’Ordinanza Sindacale n.17 del 08/05/2013 che ha come oggetto “Provvedimenti per la prevenzione ed il controllo dell’infestazione da insetti vettori, portatori di malattie trasmissibili all’uomo attraverso le loro punture, in particolare da Aedes albopictus ( zanzara tigre ) e Culex pipiens ( zanzara comune ) nel territorio comunale di Forlì relativamente al periodo 15 maggio – 31 ottobre 2013”.

I soggetti a cui è rivolta l’ordinanza sono:

  • Proprietari, gestori, responsabili o che comunque ne abbiano l’effettiva disponibilità di aree strutturate con o senza sistemi di raccolta delle acque meteoriche
  • Soggetti pubblici e privati gestori, responsabili o che comunque ne abbiano l’effettiva disponibilità di scarpate ferroviarie, scarpate e cigli stradali, corsi d’acqua, aree incolte e aree dimesse.
  • Proprietari e responsabili o soggetti che comunque ne abbiano l’effettiva disponibilità di depositi e attività industriali, artigianali e commerciali, con particolare riferimento alle attività di rottamazione e in genere di stoccaggio
  • Gestori di depositi, anche temporanei, di copertoni per attività di riparazione, rigenerazione e vendita e ai detentori di copertoni in generale
  • Responsabili di cantieri pubblici e privati
  • Soggetti pubblici e privati gestori, responsabili o che comunque abbiano l’effettiva disponibilità di contenitori (cassonetti e/o diversa tipologia) e/o ambienti atti alla raccolta dei rifiuti solidi urbani e ad essi assimilabili
  • Tutti i proprietari, gestori e conduttori di vivai, serre, deposito di piante e fiori, aziende agricole site in vicinanza dei centri abitati
  • Proprietari e/o gestori dell’attività, agricoltori o comunque chi abbia disponibilità di bacini per il deposito di acqua, specchi d’acqua per l’allevamento del pesce, aziende faunistico-venatorie, terreni o coltivazioni la cui irrigazione si possa ricorrere alla tecnica della sommersione o scorrimento superficiale
  • Cimiteri comunali e parrocchiali

A tutte le categorie sopracitate viene ordinato di consentire l’accesso alle aree private recintate al personale incaricato delle attività di controllo riconoscibile per la divisa e/o l’apposito tesserino.

La divisione Service di Reintegra S.r.l. effettua trattamenti specifici contro la zanzara tigre di tipo adulticida e larvicida a basso impatto ambientale con rilascio di certificato tecnico di esecuzione del servizio, schede tecniche e di sicurezza dei prodotti.

Per informazioni e preventivi contattare la nostra sede al numero 0543 782957 oppure inviando una mail a service@reintegra.it

zanzara tigre

News

Sale iodato - Esporre il cartello nella zona di vendita

Sale iodato - Esporre il cartello nella zona di vendita

SALE IODATO - Come indicato dal Decreto Ministero della Salute 9 luglio 2012 pubblicato in G.U. 253,[...]
Tappi anti rabbocco nei bar e ristoranti

Tappi anti rabbocco nei bar e ristoranti

Tappi anti rabbocco - Dal 25 novembre 2014 ristoranti, bar e pubblici esercizi devono presentare a t[...]
No thumbnail available

Obbligo indicazione allergeni sugli alimenti venduti sfusi e somministrati dal 13 dicembre 2014

Il Regolamento UE  1169/2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, [...]
CORSO FORMAZIONE LAVORATORI

CORSO FORMAZIONE LAVORATORI

corso di FORMAZIONE OBBLIGATORIA DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA, NOME DEL CORSO E DURAT[...]
Certificazione Ambientale ISO 14001/2015 - Riduzione premio INAIL OT24

Certificazione Ambientale ISO 14001/2015 - Riduzione premio INAIL OT24

CICLO INFORMIAMOCI : NOVEMBRE LA CERTIFICAZIONE AMBIENTALE SECONDO LA NORMA ISO 14001 ALLA LUCE [...]

Cerca sul sito…