Browsing articles tagged with "Forlì Archives - Page 6 of 11 - Reintegra srl - Soluzioni integrate per la Qualità e la Sicurezza delle Produzioni"

Cook and chill

Aug 2, 2013   //   by redattore   //   Notizie  //  No Comments

COOK AND CHILL – Il metodo “ cook and chill ” è una tipologia di lavorazione che sta prendendo sempre più piede nella media e piccola industria alimentare. Ultimamente se ne fa un gran parlare come di un metodo innovativo che consente grandi risparmi ai suoi utilizzatori. Tuttavia, l’innovazione è solo apparente: si tratta, infatti, di un metodo di abbattimento rapido, successivo alla cottura, per consentire una migliore conservazione delle pietanze e per diminuire gli sprechi.

Dal punto di vista normativo, non vi sono riferimenti specifici, se non le Gmp (Good Manifacturing Practices) contenute all’interno del Codex Alimentarius, utilizzate per redigere, tra gli altri, il Reg. CE 852/2004. Proprio tale regolamento, nell’allegato II, capitolo IX, comma 6, recita: “Se i prodotti alimentari devono essere conservati o serviti a bassa temperatura, è necessario raffreddarli il più rapidamente possibile al termine del trattamento termico o dell’ultima fase di preparazione se non è applicato un trattamento termico, ad una temperatura che non provochi rischi per la salute”.

Il problema in questo caso può presentarsi qualora si utilizzino sistemi di raffreddamento poco ortodossi. Dato che il metodo “ cook and chill ” si basa, invece, sull’utilizzo di abbattitori di temperatura, che garantiscono un raffreddamento in tempi molto veloci, l’unico accorgimento consiste nel controllarne il corretto funzionamento e nel sottoporli a una manutenzione periodica, come indicato nel programma manutenzioni del Manuale dell’Autocontrollo.

cook and chill

Fonte: Alimenti & Bevande

Zanzara tigre – Ordinanza del comune di Forlì

Jul 5, 2013   //   by redattore   //   Notizie  //  No Comments

Zanzara tigre – E’ stata pubblicata, sul sito del comune di Forlì, l’Ordinanza Sindacale n.17 del 08/05/2013 che ha come oggetto “Provvedimenti per la prevenzione ed il controllo dell’infestazione da insetti vettori, portatori di malattie trasmissibili all’uomo attraverso le loro punture, in particolare da Aedes albopictus ( zanzara tigre ) e Culex pipiens ( zanzara comune ) nel territorio comunale di Forlì relativamente al periodo 15 maggio – 31 ottobre 2013”.

I soggetti a cui è rivolta l’ordinanza sono:

  • Proprietari, gestori, responsabili o che comunque ne abbiano l’effettiva disponibilità di aree strutturate con o senza sistemi di raccolta delle acque meteoriche
  • Soggetti pubblici e privati gestori, responsabili o che comunque ne abbiano l’effettiva disponibilità di scarpate ferroviarie, scarpate e cigli stradali, corsi d’acqua, aree incolte e aree dimesse.
  • Proprietari e responsabili o soggetti che comunque ne abbiano l’effettiva disponibilità di depositi e attività industriali, artigianali e commerciali, con particolare riferimento alle attività di rottamazione e in genere di stoccaggio
  • Gestori di depositi, anche temporanei, di copertoni per attività di riparazione, rigenerazione e vendita e ai detentori di copertoni in generale
  • Responsabili di cantieri pubblici e privati
  • Soggetti pubblici e privati gestori, responsabili o che comunque abbiano l’effettiva disponibilità di contenitori (cassonetti e/o diversa tipologia) e/o ambienti atti alla raccolta dei rifiuti solidi urbani e ad essi assimilabili
  • Tutti i proprietari, gestori e conduttori di vivai, serre, deposito di piante e fiori, aziende agricole site in vicinanza dei centri abitati
  • Proprietari e/o gestori dell’attività, agricoltori o comunque chi abbia disponibilità di bacini per il deposito di acqua, specchi d’acqua per l’allevamento del pesce, aziende faunistico-venatorie, terreni o coltivazioni la cui irrigazione si possa ricorrere alla tecnica della sommersione o scorrimento superficiale
  • Cimiteri comunali e parrocchiali

A tutte le categorie sopracitate viene ordinato di consentire l’accesso alle aree private recintate al personale incaricato delle attività di controllo riconoscibile per la divisa e/o l’apposito tesserino.

La divisione Service di Reintegra S.r.l. effettua trattamenti specifici contro la zanzara tigre di tipo adulticida e larvicida a basso impatto ambientale con rilascio di certificato tecnico di esecuzione del servizio, schede tecniche e di sicurezza dei prodotti.

Per informazioni e preventivi contattare la nostra sede al numero 0543 782957 oppure inviando una mail a service@reintegra.it

zanzara tigre

Offerte speciali anche per la consulenza HACCP? Attenti alla truffa

Jun 24, 2013   //   by redattore   //   Notizie  //  No Comments

Ci giunge notizia di visite commerciali ricevute da associati cui sarebbe stata garantita una “copertura assicurativa” per tutti i rischi connessi all’HACCP a fronte della firma di un contratto di assistenza annuale.

Vogliamo precisare a tutti che chi propone queste offerte tenta una vera e propria truffa in quanto non esistono polizze assicurative che possano coprire i rischi penali, i quali per loro natura sono esclusivamente soggettivi e non assicurabili.

Risulta inoltre improponibile anche la copertura assicurativa contro le sanzioni che gravano sugli operatori del settore alimentare in quanto ben si comprende che non esiste per alcuno la possibilità di stipulare una polizza assicurativa per danni, errori, omissioni compiute da terzi clienti del contraente.

Si tratta di proposte strumentali fatte col solo obiettivo di ottenere la firma del contratto.

Invitiamo tutti coloro che sono stati contattati a richiedere proposte scritte e a inviarle all’Associazione o direttamente a Reintegra S.r.l. per i controlli del caso.

truffa

Le modifiche del ciclo produttivo vanno notificate all’ASL?

May 21, 2013   //   by redattore   //   Notizie  //  No Comments

CICLO PRODUTTIVO – Una macelleria, per arrostire i polli, colloca il girarrosto non all’interno del locale, come riportato nella piantina planimetrica depositata all’atto della registrazione dell’attività, ma all’aperto, arrecando notevoli fastidi alle famiglie residenti nello stesso stabile, a causa degli odori sprigionati. Il titolare è sanzionabile?

Qualsiasi modifica rilevante del ciclo produttivo va notificata all’ASL competente per territorio in cui ha sede l’attività. Il trasferimento da una fase dello stesso (nello specifico, la cottura dei polli) in un’area diversa da quella dichiarata all’atto della registrazione dovrebbe essere notificato e accompagnato da una relazione tecnica nella quale l’operatore del settore alimentare deve descrivere la gestione della nuova lavorazione e le procedure messe in atto per garantire il rispetto e il mantenimento dei requisiti igienici.

Nel caso specifico, tale modifica del ciclo produttivo richiede preventivamente l’ottenimento dei permessi relativi all’occupazione di suolo pubblico nonché la realizzazione di un idoneo sistema di captazione ed eliminazione dei vapori e degli odori di cottura.

In assenza di tali permessi e della realizzazione di tale sistema, la notifica relativa alla modifica del ciclo produttivo non può essere inoltrata; pertanto limitandoci alla sola normativa del settore alimentare, la cottura dei polli in girarrosto in area diversa da quella dichiarata all’atto della registrazione risulta essere una lavorazione non autorizzata né notificata, per la quale è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 3.000 €, ai sensi dell’Art. 6, comma 3, del D. Lgs. 193/2007.

ciclo produttivo

Fonte: Alimenti & Bevande

Valutazione dei Rischi : addio all’ Autocertificazione per le aziende con meno di 10 addetti

May 21, 2013   //   by redattore   //   Notizie  //  No Comments

valutazione dei rischi

 

VALUTAZIONE DEI RISCHI – Ricordiamo che la Nota del Ministero del Lavoro del 31/01/2013 ha precisato che a partire dal prossimo 31 maggio non sarà più possibile per le aziende che occupano fino a 10 lavoratori effettuare l’autocertificazione dell’avvenuta valutazione di tutti i rischi aziendali.

I Datori di Lavoro di tali realtà aziendali dovranno, pertanto, dal 1 giugno procedere alla effettuazione della valutazione dei rischi ai sensi dell’art. 29 comma 5 del D. Lgs. 81/08.

Di conseguenza dovranno redigere il Documento di Valutazione dei Rischi, potendo utilizzare le procedure standardizzate di cui al Decreto Interministeriale del 30 novembre 2012.

News

Contributi imprese ricettive e commerciali

Contributi imprese ricettive e commerciali

CONTRIBUTI - La Camera di Commercio di Mantova ha pubblicato un bando per la concessione di contribu[...]
CONTRIBUTI PROGETTO MECAMEX

CONTRIBUTI PROGETTO MECAMEX

CONTRIBUTI - La Regione Lombardia, in collaborazione con le Regioni Emilia-Romagna, Piemonte e Venet[...]
Trasporto di oli o grassi liquidi destinati al consumo umano

Trasporto di oli o grassi liquidi destinati al consumo umano

Regolamento UE 579/2014 della commissione del 28 maggio 2014, recante deroga a talune disposizioni d[...]
Buste di plastica - Maxi-sanzioni per chi le usa ancora

Buste di plastica - Maxi-sanzioni per chi le usa ancora

BUSTE DI PLASTICA - Oscillano da 2.500 euro per arrivare ad un massimo di 100 mila euro le sanzioni [...]
Responsabile dell'Autocontrollo - Corso di formazione

Responsabile dell'Autocontrollo - Corso di formazione

CORSO di FORMAZIONE “ Il Responsabile dell'Autocontrollo ”  - Lunedì 13/10/2014 orario 09.00-13.00 e[...]

Cerca sul sito…